la parola cresceva

commenti alla Parola della domenica e riflessioni

Giustizia riparativa: un incontro

L’incontro sulla giustizia riparativa in programma il prossimo 1 luglio 2022 alle ore 15.30 presso l’Antico Refettorio del convento san Domenico a Pistoia si inserisce in una serie di proposte promosse in collaborazione dall’ Ordine degli Avvocati di Pistoia, Associazione Il Delfino e Centro Espaces ‘Giorgio La Pira’. Si tratta di momenti di confronto e riflessione per sensibilizzare sui temi della giustizia, del carcere e delle pene alternative.

‘Giustizia riparativa’ – come indica il termine – suggerisce una modalità di orientare il ‘fare giustizia’ non nella linea della vendetta o della mera punizione di un reato. L’articolo 27 della Costituzione italiana, nell’affermare che “Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanita’ e devono tendere alla rieducazione del condannato” offre una chiara guida per orientare l’opera di giustizia.

L’espressione ‘giustizia riparativa’ sottolinea come sia possibile e doveroso ricercare modalità di restaurare la vita sia di chi ha compiuto un reato, sia di chi ha subito offesa e danno, ponendo attenzione al ristabilimento di relazioni e della vita sociale in termini di reintegrazione. Si tratta di restaurare rapporti nella società orientando l’attuazione della pena verso finalità di rieducazione e crescita. E’ processo complesso che esige attento accompagnamento ed il servizio di competenze diverse. Ciò implica anche una nuova comprensione del reato come offesa che ferisce le relazioni sociali e l’intera collettività e comporta, nei percorsi di attuazione della pena, un coinvolgimento dell’intera comunità nell’offrire opportunità di riabilitazione e umanizzazione. L’opera di faticosa tessitura e riparazione a livello sociale richiede l’indispensabile apporto di molti e diversi soggetti – non solo di quanti sono direttamente coinvolti – ed una sensibilità condivisa.

Nella tavola rotonda in programma il tema sarà quindi affrontato da diversi punti di vista. Vi sarà innanzitutto una considerazione della questione nel quadro della proposta di legge di riforma della giustizia a livello italiano. Sarà poi offerto uno sguardo più ampio a livello internazionale sulle esperienze di giustizia riparativa attuate nei processi di riconciliazione nazionale in diversi Paesi del mondo segnati da profondi conflitti. Alcune voci poi approfondiranno il tema con considerazioni di taglio giuridico e filosofico mentre in altri interventi saranno comunicate esperienze derivanti dal contatto diretto con il mondo del carcere. Infine sarà presentata una testimonianza particolarmente significativa di giustizia riparativa vissuta nel segno della riconciliazione e del perdono.

Nel volantino invito in filigrana è raffigurata l’immagine di un vaso rotto e riparato con la tecnica giapponese del kintsugi, tecnica che riesce a portare a nuova vita tazze da tè in ceramica frantumate e inservibili: i cocci vengono riuniti insieme con polvere dorata e le linee di rottura divengono intrecci di linee dorate che non solo riparano gli oggetti ma li rendono irripetibili opere d’arte dove le linee di rottura sono trasformate in linee di riparazione. La giustizia riparativa si delinea come orientamento ad attuare tale opera – tenendo conto di complessità e difficoltà – anche nelle relazioni umane e nella vita sociale.

L’auspicio degli organizzatori è che l’occasione di questo incontro, insieme agli altri già attuati e in programma, oltre ad essere momento di formazione per coloro che in vari modi operano nell’ambito della giustizia, possa suscitare un’attenzione nella cittadinanza per promuovere una responsabilità diffusa nel prendersi cura delle ferite e di tutti coloro che sono tenuti ai margini o esclusi dalla vita della città.

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: